NUMERO VERDE 800 012 460 Materassi e Materassi MADE IN ITALY
QUALITÁ CERTIFICATA
carrello

Non hai articoli nel carrello.

18-04-2019

Quand’è che il materasso diventa vecchio e va cambiato?

Quand’è che il materasso diventa vecchio e va cambiato?

Probabilmente non ci hai mai pensato, ma il tuo materasso è il luogo in cui sicuramente hai trascorso più tempo nella tua vita. Ti suona strano, vero? Se ci pensi bene però questa affermazione rappresenta la realtà, perché dormendo 7-8 ore a notte, tutti i giorni per tanti anni, ci hai passato sopra almeno un terzo della tua vita.
E vogliamo parlare delle giornate trascorse a vedere la tv quando fuori piove, o di quelle costrette al letto da stanchezza o malattia? Parliamo davvero di un sacco di tempo!
Nonostante dunque il materasso abbia la valenza di un alleato prezioso in cui rifugiarsi ogni qualvolta se ne abbia bisogno, è bene che tu ricordi che i suoi “poteri” non sono eterni.
Il materasso ha una durata abbastanza lunga, ma anche per i modelli più costosi e di alta qualità prima o poi arriva il momento in cui è necessario sostituirlo.

Quanto dura un materasso?
Un materasso che possiamo definire di buona qualità, che sia in memory foam, in lattice o a molle, di solito dura tra i 7 e i 10 anni. I fattori che determinano la durata sono:
● La circolazione d’aria al suo interno;
● Il tipo di rete a doghe utilizzato;
● la frequenza di pulizia;
● Il tasso di umidità all’interno della camera.
● La giusta manutenzione del materasso: ruotare testa piedi una volta al mese e
girare sopra/sotto 1 volta ogni 6 mesi
Poi incidono anche fattori legati all’effettivo utilizzo, alla corporatura (peso e altezza) e alla sudorazione.

Quando va cambiato il materasso?
Arrivati ai 7-8 anni di durata è bene cominciare a farsi delle domande e a controllare con più attenzione il materasso. Innanzitutto bisogna assicurarsi che non vi siano presenti irregolarità esteriori, come avvallamenti o protuberanze.
Poi, bisogna cercare di capire se si sono verificati cedimenti interni, non visibili dall’esterno ma certamente dannosi per il riposo.
Anche l’aspetto igienico-sanitario non va trascurato: nel corso degli anni, infatti, la polvere, il sudore e le particelle organiche del nostro corpo si depositano sulla superficie, creando un habitat ideale per il proliferare di batteri, spore e acari.
L’ultima valutazione da fare è quella soggettiva: nell’ultimo periodo hai avuto parecchi risvegli improvvisi, ti sei alzato con dolori a schiena, collo e arti? Oppure più in generale avverti un senso di stanchezza appena sveglio mai provato prima?
Ecco questi sono tutti segnali importanti che devono farti capire che è arrivata l’ora di dire addio al tuo vecchio materasso!

Quale materasso scegliere?
Se è vero che non esiste un materasso che può andare bene per tutti è altrettanto vero che esiste il materasso perfetto per te in base alle tue esigenze!
A questo link (https://www.materassiematerassi.it/materassi.html) puoi trovare l’ampia scelta offerta da Materassi & Materassi, suddivisi per benefici, materiali e posizione preferita nel dormire ma ti invito anche a passare a trovarci in uno dei nostri 60 store in tutta Italia: sia per farti spiegare dai nostri addetti tutte le caratteristiche dei materassi, sia per provare e toccare con mano le sensazioni di comfort uniche che riescono a regalare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *